Blog Post

  • Home
  • Fintech, si continua ad investire in Italia puntando sui pagamenti digitali

Fintech, si continua ad investire in Italia puntando sui pagamenti digitali

Arriva in Italia Stripe, una delle più grandi piattaforme b2b per i pagamenti online

Il mercato dei pagamenti digitali e della monetica sta cambiando velocemente.

Un dato significativo: il tasso generale di penetrazione delle carte nel nostro Paese cresce del 5% all’anno da quattro anni. Complice sicuramente il ricambio generazionale, con leve di nuovi consumatori che considerano normale utilizzare strumenti di pagamento adatti a fare acquisti online, ma non solo.

Ormai pagare il caffè al bar con il contactless o con una app dedicata, sta diventando sempre più normale per esempio. Perché no? Scompaiono gli spiccioli così, che in parte si stanno trasformando (le monete da 2 e 5 centesimi non vengono più coniate e c’è l’obbligo nei negozi di arrotondare i prezzi alla grandezza decimale inferiore).

Anche l ’americana Stripe entra ufficialmente in Italia , con uno staff dedicato allo sviluppo e all’assistenza della clientela locale, oltre alla localizzazione in italiano di tutti i prodotti software, segno che i big dell’hi-tech (le Amazon, Google e Apple del pianeta) sono sempre più interessati al settore Fintech ed al mercato italiano dei pagamenti.

Start for Winè al fianco d’imprenditori che vogliono investire nel mondo dei pagamenti digitali per progetti verticali e complementari al proprio business.